Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Ecco i 214 Giovani Leader Globali secondo il WEF. 46 sono europei e solo 2 italiani. Nel 2012 c’era Renzi

Dopo aver letto i risultati dell'indagine ALMALAUREA sui giovani laureati italiani (un anno dopo la laurea uno su quattro è senza lavoro e chi ha un lavoro è pagato molto poco e qualche volta in nero) e in attesa del Jobs Act del governo di Matteo RENZI, una boccata d'aria speranzosa. Ecco i nomi e i volti degli under 40 che nel mondo ce l'hanno (già) fatta.

Si tratta dei 214 Giovani Leader Globali selezionati dal World Economic Forum  di Davos (WEF) per il loro contributo alla società. 109 sono donne, e tutti provengono per metà da settore pubblico e per metà dal settore privato. Dei 214, 46 vengono dall'Europa, 40 dal Nord America, 49 dall'East Asia, 17 dalla South Asia. In Europa, la parte del leone la fanno i britannici (16) seguiti dai tedeschi (6). L'Italia annovera solo due "campioni": Francesca CARLESI, managing director di Deustche Bank e Giulio BOCCALETTI, managing director di The Nature Conservancy.

Particolare curioso: nel 2012 fra i giovani leader selezionati c'era anche l'allora sindaco di Firenze, Matteo RENZI. Che resta ancora oggi under 40 e che nel frattempo è diventato  Presidente del Consiglio.