Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Roma, Italia. Le leggi si rispettano se c’è Obama. Via lui si chiude un occhio, anzi due. Ridicolo

Accade anche questo, in Italia. Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, fa tappa a Roma e visita il Colosseo. I controlli di sicurezza sono rigorosi, ma non solo. Intorno al Colosseo, in tutta l'area archeologica, spariscono le bancarelle, i camion-bar (dove una bottiglietta d'acqua da mezzo litro si vende anche a 3 euro), i gladiatori. Per un giorno, insomma, grazie a Obama, viene messo fuori gioco l'abusivismo commerciale. Tolleranza zero, le regole e leggi si rispettano.

Ma il giorno dopo Obama lascia Roma. E puntuale, attorno al Colosseo, si stringe di nuovo l'assedio degli abusivi e riparte l'assalto ai turisti. Le regole e leggi non si rispettano più, si chiude un occhio, anzi due. Alla faccia del rispetto della legalità. Che tornerà, forse, alla prossima visita al Colosseo del presidente degli Stati Uniti.

Roma, Italia. Nelle classifiche internazionali che vedono il Paese assai malmesso non c'è una voce che misura il tasso di ridicolo di una nazione. Se ci fosse, saremmo al primo posto. Comunque, nel ridicolo, siamo già affondati mani e piedi.