Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Sondaggio Gallup, gli europei bocciano l’austerità. In vista gli 007 “antipopulismo”?

Stando al sito tedesco Deutsche Wirtschafts Nachrichten (come da post di @lantidiplomatico) tra i progetti  del ministro Wolfgang Schauble ci sarebbe un potente servizio di intelligence europea capace di monitorare i cittadini continentali, fino alla supervisione delle correnti d'opinione euroscettiche e  populiste ostili all'edificazione europea. L'ipotesi è degna di una spy story, e quello che è certo è che l'Europa si sta attrezzando per avere un servizio di intelligence (oggi il Servizio per l'azione esterna, l'EAD, è diviso in 6 unità: Europol, Frontex, Analysis center, Satellite center, Intelligence directorate, Situation room) più efficiente e capillare in chiave antiterrorismo, antiriciclaggio ed antievasione fiscale, controllo alle frontiere contro l'immigrazione clandestina.

Tuttavia il tema della "lotta al populismo" era  affiorato pubblicamente nel settembre 2012 a Cernobbio, durante il tradizionale meeting Ambrosetti. L'allora premier italiano Mario Monti lanciò l'idea di un vertice europeo a Roma contro l'insorgente populismo, idea che venne raccolta subito dal presidente del Consiglio Ue Hermann Van Rompuy.

Che la politica europea sia sotto il tiro dell'opinione pubblica lo dimostra un sondaggio Gallup dei giorni scorsi presentato nel quadro del progetto lanciato dal think tank Friends of Europe e dal giornale Europe's World in partenership con il Parlamento europeo, Microsoft e Skype (www.debatingeurope.eu.) Solo il 16% dei 6177 cittadini europei intervistati ritiene che non ci sia un'alternativa credibile alle politiche di austerità (lo pensa anche il 50% degli intervistati tedeschi). Il 51%  pensa che questa politica è fallita e solo il 22% reputa che sia stata svolta nell'interesse dell'intera Europa: il 67% ritiene che ne abbiano beneficiato solo alcuni paesi, in particolare Germania (77%) e Francia (48%).

Nel caso, la nuova intelligence pro-Europa avrebbe moltissimo da lavorare.

  • guido gentili |

    Come ho scritto, credo che siamo in presenza di una spy story, più che altro. Ma è vero che si è parlato di vertici europei contro il “populismo”, cosa che mi suona quanto meno strana. Che ci sia un deficit democratico da colmare mi pare un fatto. Il tema va seguito con attenzione.

  • guido gentili |

    Disse Winston Churchill nel 1947: “E’ stato detto che la democrazia è la peggior forma di governo, eccezion fatta per tutte quelle altre forme che si sono sperimentate finora”. Credo valga ancora e non penso che la democrazia sia espressione di “masse di ignoranti” e sinonimo di inefficienza. Sono tanti gli esempi nel mondo.

  • over-the-counter |

    Siccome io non faccio politica sono esentato dal dover dare ragione agli elettori e mi domando piuttosto: quanto le democrazie occidentali (US compresi) sono attrezzate per non diventare disfuzionali nel mondo globalizzato?
    Quanto è sensato che, in un contesto di crescente specializzazione delle competenze e delle conoscenze, le decisioni sul global warming o sulla politica monetaria o di bilancio dipendano dal voto di gente che nel 90% dei casi almeno non ha la minima competenza di merito, la minima comprensione dei rapporti di causa-effetto? Non è la democrazia stessa a incentivare il brevetermismo della politica?
    E mi domando ancora se un lancio di dadi non abbia le stesse probabilità di azzeccarci del voto di masse fieramente ignoranti.

  • aaantonio1981 |

    Se è uno scherzo è di cattivo gusto, se è una cosa seria allora c’è davvero bisogno d’uscire da questa unione europea, minuscole volute.
    Abbiamo rinunciato a gran parte della nostra sovranità nazionale per liberarci del cattivo governo dei nostri politici che ci danneggiavano e adesso dovremmo sottostare a questi euro burocrati che ci fanno ancora più danni e che per di più non sono stati eletti da nessuno?
    A questo punto era meglio tenerci la nostra sovranità nazionale.

  Post Precedente
Post Successivo