Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Viva la legge-delega fiscale. Ma se ne parla dal 2011 e quando sarà approvata avrà bisogno di 14 decreti attuativi. Ricordarselo

In pista dal 2011, dopo tre anni (salvo sorprese), entro febbraio 2014, diventerà legge con l'ultimo passaggio alla Camera la "delega" per la riforma fiscale (qui l'Atto Senato 1058, che è in approvazione in aula a Palazzo Madama). Si tratta di una legge molto attesa da cittadini e imprese che non mette mano all'irpef (e dunque non mira di per se ad abbassare la pressione fiscale) ma che tuttavia è ugualmente molto importante perché "scrive" il nuovo Catasto e si occupa di abuso del dirittto e contenzioso tributario.

Anche se in ritardo, ben venga la riforma, o meglio questa "manutenzione straordinaria" che ancora una vota fa riferimento ai principi fissati dallo Statuto del contribuente (legge del 2000, "tradita" dai governi e dai parlamenti centinaia di volte). Però bisogna avvertire che se la legge delega andrà in portò (la previsione, ripeto, è entro il prossimo febbraio) ciò non significa che il Fisco cambierà i suoi connotati il giorno dopo. Perché la legge delega, appunto, il Governo ad emanare entro un anno dalla sua entrata in vigore non meno di 14 decreti attuativi destinati poi a passare l'esame delle competenti commissioni parlamentari (e per essere a punto il nuovo Catasto impiegherà a sua volta due anni).

PS L'articolo 3 prevede l'istituzione di una Commissione di 15 "saggi" (non retribuiti) da istituire presso il Ministero dell'Economia e finanza (MEF) per redigere un rapporto annuale sull'economia sommersa e l'evasione fiscale . Come è stato rilevato ieri in aula al Senato, un'altra Commissione di studio sul fenomeno (e relative azioni di contrasto) appare inutile. Ci sono già, tra gli altri, i rapporti della Corte dei Conti. E nella scorsa legislatura il ponderoso Rapporto Giovannini (allora presidente dell'Istat) stimava per i l2008 in 255-275 miliardi il "fatturato" annuo dell'evasione fiscale, equivalente al 16,3%-17,5% del Pil.