Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Incentivazioni territoriali, 26 miliardi bruciati. Basta così, dice Bankitalia

No alle incentivazioni territoriali, basta sussidi alle imprese, molta semplificazione, l'obiettivo più importante è l'innovazione e bisogna investire sul capitale umano, a partire dall'istruzione. La riflessione critica della Banca d'Italia sul modello di sviluppo italiano, e in particolare su quello dei distretti (le piccole imprese  e le loro agglomerazioni) continua.

Oggi è stato Luigi Federico SIGNORINI, vice direttore generale di Bankitalia, a fare il bilancio di un quindicennio. Un intervento in cui si sollecitata una svolta, anche culturale. Tra l'altro, se ne sono andati praticamente in fumo, tra il 2006 ed il 2011, 26 miliardi, quelli delle politiche di incentivazione: 1023 interventi, di cui 62 nazionali e 961 regionali. Risultati "deludenti"…